Eugenio Montale, “Ora sia il tuo passo…”

Da Ossi di seppia di Eugenio Montale, il secondo componimento della cosiddetta serie dei Sarcofagi che risale agli ultimi mesi del 1923:

Ora sia il tuo passo…

Ora sia il tuo passo
più cauto: a un tiro di sasso
di qui ti si prepara
una più rara scena.
La porta corrosa d’un tempietto
è rinchiusa per sempre.
Una grande luce è diffusa
sull’erbosa soglia.
E qui dove peste umane
non suoneranno, o fittizia doglia,
vigila steso al suolo un magro cane.
Mai più si muoverà
in quest’ora che s’indovina afosa.
Sopra il tetto s’affaccia
una nuvola grandiosa.

Un pensiero riguardo “Eugenio Montale, “Ora sia il tuo passo…”

  1. Conhiasidero Montale, il mio compagno di viaggio, il compagno di un viaggio vissuto con il mio compagno, fatto di battaglie e di conquiste.
    Quante volte ho letto le sue “creature poetiche”, dedicate all’amata moglie, e quanto amo vivere tra le parole di “Ho sceso dandoti il braccio, almeno un milione di scale”

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close